American Gangster

American Gangster

American Gangster è diretto da un tale Ridley Scott e i protagonisti sono due tizi che si chiamano Russell Crowe e Denzel Washington. Tutti nomi altisonanti. Talvolta capita che un regista famoso e in gamba voglia girare un gran film con attori altrettanto blasonati ma finisca poi per creare una schifezza. Non è questo il caso! American Gangster ha il sapore genuino dei veri film artigianali di quarant’anni fa. Un gangster-movie da bere tutto d’un fiato. I due protagonisti sono le colonne portanti di un edificio progettato e costruito con una maestria unica.

Denzel Washington è Frank Lucas, un gangster spietato ma con rigide e precise regole (a suo modo) morali. Russell Crowe è Richie Roberts, un poliziotto integerrimo che risulta essere un elemento stonato in mezzo a quell’orchestra della corrotta Polizia newyorkese negli anni sessanta/settanta. Lucas ha un geniale spirito imprenditoriale che lo spinge a tentare l’impossibile: riuscire a spacciare eroina di migliore qualità e ad un prezzo inferiore rispetto a quella della concorrenza. Dall’altra parte Roberts viene incaricato di guidare un ristretto gruppo di poliziotti incorruttibili per smascherare le trame di Frank Lucas. Una task force non dissimile dagli Untouchables che incastrarono Al Capone. Lucas e Roberts; due leader carismatici, con potenti personalità. Due massicci personaggi che si fronteggiano senza tregua. Interpretati da attori dal talento indiscusso e indiscutibile. Un regista che gioca abilmente su questo duello a distanza (prima) e in tribunale (poi). Anche i comprimari sono degni di essere citati: Josh Brolin, Cuba Gooding Junior, Chiwetel Ejiofor e John Hawkes. Tutti hanno contribuito a realizzare questa indiscutibile pietra miliare del cinema di Ridley Scott. Da vedere.

Voto: 8

Precedente Sanguepazzo Successivo 21